Tra poco un’altra aberrazione nucleare nella zona di Bure?

Comunicato stampa congiunto CRIIRAD, France Nature Environnement, Greenpeace France, Réseau « Sortir du nucléaire » del 9 giugno 2020

Articolo originariamente pubblicato sul sito web del Réseau Sortir Du Nucléaire.

Mentre l’inchiesta pubblica sul progetto UNITECH ha incontrato un massiccio rifiuto da parte della popolazione e delle associazioni, il prefetto dell’Alta Marna, Elodie Degiovanni, ne ha appena autorizzato l’operatività l’8 giugno, nel pieno della crisi postcovidenziale.

Ancora una volta, abbiamo la prova del disprezzo delle autorità nazionali e dei loro rappresentanti per una consultazione pubblica apparentemente democratica.

Questo progetto di « lavanderia » vedrebbe convergere a Suzannecourt, in Haute-Marne, i panni sporchi radioattivi dell’industria nucleare francese e in parte europea, nonché un’unità di decontaminazione per i materiali (soprattutto il metallo). Gli scarichi chimici e radioattivi dell’impianto confluirebbero nel fiume Marne e nella falda freatica sottostante, in una zona priva di qualsiasi inquinamento, il che è assolutamente scandaloso. Inoltre, è molto probabile che il sito in cui si trova l’impianto venga allagato, il che potrebbe comportare un notevole rischio di inquinamento. Questo sito non arriva all’Haute-Marne per caso: sarebbe finanziato dai crediti di accompagnamento di Cigéo a Bure in Meuse, dove, vi ricordiamo, l’opposizione a questo progetto di seppellire le scorie radioattive a grandi profondità non sta diminuendo.

Le nostre associazioni non lasceranno passare questa validazione prefettizia, del tutto incomprensibile dal punto di vista ambientale e sanitario.

Nei giorni a venire, si mobiliteranno contro questa decisione e continueranno a farlo fino a quando questo progetto non sarà completamente abbandonato.

Contatti stampa :
Per il CRIIRAD: Roland Desbordes – 06 86 18 01 87
Per la Francia Ambiente Natura : Régine Millarakis – 09 63 43 62 32
Per Greenpeace Francia: Yannick Rousselet – 06 85 80 80 65 59
Per la rete « Sortir du nucléaire »: Marie Frachisse (avvocato) – 07 62 58 01 23

11/06/2020

Et sinon, la veille
on écrivait ça.

Bientôt une nouvelle aberration nucléaire dans ...

Communiqué commun CRIIRAD, France Nature Environnement, Greenpeace France, Réseau « Sortir du nucléaire » du 9 juin 2020 Article publié à l’origine sur le site du Réseau Sortir Du Nucléaire A...   Lire la suite

10/06/2020

Et sinon, le jour même
on a écrit ça.

Sabotaggio di un pozzo di trivellazione

Sabotaggio di un pozzo di trivellazione

È riprodotto qui sotto un articolo trovato su Indymedia Nantes: https://nantes.indymedia.org/articles/50013 Reclamo per la distruzione di un pozzo di trivellazione Andra prevede di riabilitare una ...   Lire la suite

11/06/2020